NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Lo scopo di un Cookie è quello di memorizzare le impostazioni e le informazioni delle pagine web a cui si ha avuto accesso, inoltre, molti siti nel web necessitano dell'uso dei cookie per essere visualizzati correttamente. I cookie, per impostazione predefinita di molti dei browser più diffusi, come ad esempio Internet Explorer, Firefox, Chrome, Opera e Safari, vengono scaricati e memorizzati in una cartella del computer. La maggior parte dei files sono completamente innocui, mentre alcuni memorizzano informazioni sensibili, come user e password, in ogni caso l'accesso ai cookie è consentito solamente al sito web che li ha generati.

Accedi  \/ 
x
x
x
x

Altre notizie...

Richiedi

informazioni

il nostro Presidente

il nostro Presidente Nel 1971 nasce ARCHEOCLUB D'ITALIA ONLUS come Centro di Documentazione Archeologica al fine di sostenere con un impegno concreto gli studiosi e gli esperti dell’archeologia nella divulgazione della conoscenza del Passato. Tra i soci fondatori ricordiamo Massimo Pallottino, primo docente di Etruscologia alla Sapienza di Roma, Gianfranco Paci cattedratico di Epigrafia romana e Storia romana, il professor Romolo Augusto Staccioli, il filosofo Francesco Berni...

        altro…

News

ARCHEOCLUB Life

@RCHEO BIBLIOTECA...



Leggi tutto:

@RCHEO-SERVIZI...



Leggi tutto:

LA BMTA - BORSA MEDITERRANEA...



Leggi tutto:

MARENOSTRUM...



Leggi tutto:

S.O.S. PATRIMONIO...



Leggi tutto:

Log in

create an account
Descrizione dell'Associazione

     

     Nel 1971 nasce ARCHEOCLUB D'ITALIA - Onlus come Centro di Documentazione Archeologica al fine di sostenere con un impegno concreto gli studiosi e gli esperti dell’archeologia nella divulgazione della conoscenza del Passato.

     Tra i soci fondatori ricordiamo Massimo Pallottino, allievo di Giulio Quirino Giglioli e primo docente di Etruscologia alla Sapienza di Roma, Gianfranco Paci cattedratico di Epigrafia romana e Storia romana, il professor Romolo Augusto Staccioli, il filosofo Francesco Berni, ideatore e promotore instancabile.

     Nello stesso anno nascono le sedi locali che hanno nel territorio comunale la loro base operativa.

     L'immenso patrimonio archeologico, storico - artistico, architettonico e ambientale presente sul territorio italiano costituisce da sempre una grande attrattiva per il mondo intero; custodirlo e valorizzarlo, richiamando i cittadini alla responsabilità e al dovere di collaborare con le istituzioni, in primis le Amministrazioni locali, le Università, le Soprintendenze, i Poli Museali, è stata la premessa sulla quale i fondatori hanno posto le prime basi.

     I nostri volontari ARCHEOCLUB D'ITALIA - Onlus, riuniti in sedi locali, su un territorio circoscritto che conoscono, operano attraverso attività culturali che, da un lato risvegliano l’attenzione dei concittadini, dall’altro mettono in luce le tipicità che solo quello stesso territorio possiede promuovendolo al di fuori dei propri confini.

     Un patrimonio con circa tre millenni di storia, quale quello italiano, può essere custodito soltanto distribuendo la cura fra coloro che sono più vicini ai Beni e ne sono i naturali eredi, adattandosi con la massima flessibilità alle esigenze particolari di ogni memoria storica e alle caratteristiche dell’ambiente in cui si è formata.

     La nostra Associazione mette a disposizione delle comunità locali e degli studiosi professionalità e competenze diverse che spesso si rivelano preziose per individuare nuovi modi di promozione e di gestione di monumenti considerati secondari o troppo periferici per una gestione centralizzata.

     Agendo nel corso degli anni in modo capillare sul territorio i nostri volontari ARCHEOCLUB D’ITALIA ONLUS hanno approfondito anche l’indagine storica, riportando l’attenzione sugli archivi locali, comunali ed ecclesiastici, salvandone molti dal degrado e dalla dispersione con un minuzioso lavoro di riordino e di catalogazione.

     Tutte le Sedi locali sono sostenute da una intensa attività di coordinamento svolta dalla Sede centrale d’intesa con i coordinatori regionali definendo le linee guida della nostra Associazione, individuando le tematiche principali su cui far convergere l’impegno dei soci.

     Da qui nascono le “campagne nazionali” ARCHEOCLUB D’ITALIA - Onlus i cui obiettivi sono sempre indirizzati verso la tutela del nostro patrimonio culturale e ambientale. La prima di queste campagne è stata l’”Operazione Conoscenza”, lanciata oltre 30 anni fa come propedeutica all’impegno sul territorio: proponeva a tutte le Sedi locali un sistema di schedatura veloce dei beni culturali locali, base indispensabile per la programmazione di ogni ulteriore azione di recupero e di sviluppo.

     Un’ultima cosa ci preme ricordare, quella che consideriamo l’elemento fondamentale che ci caratterizza: lo spirito di amicizia e di sincera collaborazione che anima tutti i soci di ARCHEOCLUB D’ITALIA, consapevoli che il contributo di ogni singola Sede, e di ognuno di noi all’interno delle Sedi, concorre ad accrescere l’insostituibile patrimonio di cultura e di civiltà che abbiamo ereditato dai secoli passati e che è ancora oggi la fonte primaria della nostra identità nazionale.

 

 

© 2017 Archeoclub d'Italia - Tutti i diritti sono riservati.
Contatti: Piazza Amba Alagi, 18 - 00199 - Roma - Italia Tel.: +39 6 44202250 Fax: +39 6 23328898

 

CONSIGLIO NAZIONALE

triennio 2016/2019

 

Presidente nazionale

Claudio ZUCCHELLI

V. Presidente nazionale

Giulio DE COLLIBUS

Segretario Generale

Rosario SANTANASTASIO

______________________________________________

Alessandro BENCIVENGA

Paolo CERMELJ

Barsanofio CHIEDI – componente Comitato Direttivo

Lorenzo Antonio CHIRICO'

CLAUDIO CIPOLLONE

PIETRO CIRIGLIANO

ANTONIO CRISCI

GIULIO DE COLLIBUS

Francesco DI CECIO – componente Comitato Direttivo

Gerolamo FAZZINI

Vincenzo FUNDONE

Umberto GUERRA

Aniello LANGELLA

Giuseppina LIUZZO

Claudio LO MONACO – componente Comitato Direttivo

Paolo LOSI

Vincenzo PIAZZESE

Franca RAGGI

Vermiglio RICCI

ROSARIO SANTANASTASIO

WALTER SCOTUCCI – componente Comitato Direttivo

Francesco VALENTE

Susanna VIGANO'

Maria Rosa VITALITI – componente Comitato Direttivo

Claudio ZUCCHELLI

COLLEGIO REVISORI DEI CONTI - TRIENNIO 2016/2019

COSTANTINO PALMITESSA - Presidente

PAOLO CASELLI – componente effettivo

MICHELE DEL CASTELLO – componente effettivo

ANTONINO GRECO – componente supplente

UGO ZANNINI – componente supplente

COLLEGIO PROBIVIRI - TRIENNIO 2016/2019

ANTONIA BARTOLO SPINETTI

INNOCENTE CATALDI

ERMANNO DE FRANCISCO

DOMENICO DOMINICI

GIOVANNI PAOLO GASPARI

MARIA ANNA LA GIOIA

GIOVANNI MOSCHETTA

 

 

© 2017 Archeoclub d'Italia - Tutti i diritti sono riservati.
Contatti: Piazza Amba Alagi, 18 - 00199 - Roma - Italia Tel.: +39 6 44202250 Fax: +39 6 23328898

Archeoclub d’Italia onlus
Ente Morale
D.P.R. 24 luglio 1986 n. 565

© 2017 Archeoclub d'Italia - Tutti i diritti sono riservati.
Contatti: Piazza Amba Alagi, 18 - 00199 - Roma - Italia Tel.: +39 6 44202250 Fax: +39 6 23328898

© 2017 Archeoclub d'Italia - Tutti i diritti sono riservati.
Contatti: Piazza Amba Alagi, 18 - 00199 - Roma - Italia Tel.: +39 6 44202250 Fax: +39 6 23328898

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE ED ATTUAZIONE ALLO STATUTO SOCIALE   

© 2017 Archeoclub d'Italia - Tutti i diritti sono riservati.
Contatti: Piazza Amba Alagi, 18 - 00199 - Roma - Italia Tel.: +39 6 44202250 Fax: +39 6 23328898

© 2017 Archeoclub d'Italia - Tutti i diritti sono riservati.
Contatti: Piazza Amba Alagi, 18 - 00199 - Roma - Italia Tel.: +39 6 44202250 Fax: +39 6 23328898

prova

L’inserimento di un articolo dal front-end Per prima cosa dobbiamo andare sul nostro sito, ed eseguire il login dalla form presente nella pagina.   Dopo di che ci apparirà un nuovo menu   Andremo a cliccare su Invia un articolo. N.B. Per questi esempi ho usato un’installazione di base di Joomla con caricati i dati di esempio. Potrebbero esserci quindi delle piccole differenze tra il mio ambiente e il tuo. A questo punto si aprirà l’interfaccia per l’inserimento del nuovo articolo.   clicca sull'immagine per ingrandirla Nella maschera che ci appare, sono presenti una serie d’informazioni, le principali: Titolo Conterà il titolo, che viene visualizzato nella prima pagina dell’articolo vero e proprio ma anche nella caption o scheda del browser. Alias Questo campo è molto importante se sono attive le friendly url o URL SEF può essere utilizzato per comporre la url, se sto scrivendo un articolo del blog e compilo questo campo con la seguente stringa: “come-inserire-un-articolo-in-joomla”  la url dell’articolo sarà qualcosa del genere http://www.mioblog.it/blog/22-come-inserire-un-articolo-in-joomla.html . E’ un campo molto importante insieme al titolo perché rientra nei fattori on-page della seo. Se questo campo non venisse compilato, Joomla provvederà automaticamente a farlo, utilizzando il titolo, sostituendo gli spazi con il carattere “-”. Editor Tramite questo possiamo inserire l’articolo vero e proprio. Categoria Non e’ obbligatorio categorizzare un articolo, soprattutto se parliamo di un sito vetrina, composto da poche pagine, ma diventa indispensabile nel caso in cui il sito sia composto da molte pagine e sezioni, dove le categorie possono comandare la sezione in cui lo andremo a pubblicare: es howto,guide, faq, blog ecc Livello d'accessoIn Joomla esistono tre livelli di visibilità per un articolo: Pubblico Quando all’articolo viene assegnato questo stato è visibile al visitatore. Registrato L’articolo in questo stato  è visibile a chi accede al sito tramite registrazione Speciale Per tutti i livelli di accesso superiori Meta Description(  molto importante  ) La descrizione inserita in questo campo andrà a finire nel metatag description, e verrà usata dai motori di ricerca per gli snipet. non è importante ai fini del posizionamento, ma può influenzare il numero di visite che una pagina riceve. Finito di inserire il nostro articolo possiamo proporre la sua pubblicazione cliccando sul pulsante Salva. Poi deciderà il publisher  (...o un livello  superiore..) una volta visionato se pubblicarlo N.B. Parlo di proporre la sua pubblicazione, perché come ho detto in precedenza su Joomla c’è una serie di livelli utenti, e la pubblicazione dell’articolo è possibile solo se il livello utente usato è Publischer, Manager, Administrator o Super Administrator.   Cosa sono gli snipet e cosa viene scritto al loro interno   Pubblicato Mercoledì, 06 Ottobre 2010 Quando utilizziamo i motori di ricerca, ci viene mostrato con il titolo della pagina, il link, e un breve testo introduttivo, che si chiama snipet. Svolge un compito molto importante per il traffico dai motori di ricerca, permette di sapere in anticipo i contenuti della pagina, e quindi influenza i clik sul sito. Conoscere come i motori di ricerca determino questo testo è importante, per poter “sottoporre” loro quello che noi vorremmo che venisse visualizzato. Dico “sottoporre” perché non c'è la certezza che i motori di ricerca utilizzino quello che decidiamo noi, E' importante strutturare al meglio i contenuti del sito, ricordandosi che SEOnon vuol dire ottimizzare per i motori di ricerca ma per i visitatori del sito. I motori di ricerca per determinare cosa inserire nello snipet usano tre fonti: Tag Description della pagina Testo contenuto nella pagina Descrizione usata nella web directory DMOZ I primi due punti fanno parte delle ottimizzazioni SEO On-site di cui ho parlato in un precedente post, è importante elaborarli quando si progetta/realizza il proprio sito internet. Compilando il tag description è bene ricordare queste semplici regole: Contenuto di senso compiuto Contenuto coerente con quello della pagina. Utilizzare le keyword con cui si vuole ottimizzare la pagina, questo non aiuta a posizionare meglio il sito all'interno della SERP ma fa sì che aumentino i clik, poiché vengono evidenziate all'interno della stessa Lunghezza non superiore ai centocinquanta caratteri Non copiare l'inizio del testo della pagina!!! Ogni pagina deve avere una description diversa dalle altre. N.B. Per scoprire se all'interno del vostro sito sono contenute description identiche, basta consultare i Google webmaster tools Per quanto riguarda invece la descrizione usata su DMOZ vi consiglio di leggere Come suggerire un sito a Open Directoryche oltre illustrare come richiedere l'inserimento su DMOZ spiega come richiedere un aggiornamento del vostro sito.   Come inserire un articolo in Joomla parte II   Pubblicato Mercoledì, 16 Maggio 2012   Nel precedente post, abbiamo visto come inserire un articolo dal front end di Joomla ma se l’utente che stiamo usando è un Manager, Administrator o Super Administrator, possiamo pubblicare dal back-end di Joomla. Attenzione Se non siamo utenti smaliziati, anche se la nostra utenza ce lo permette, è meglio operare dal front-end di joomla. Nel back-end sono presenti tutti i settaggi del nostro sito, e un errore compiuto involontariamente, protrebbe costarvi un blocco dell’intero sito. Per accedere al back-end del sito dobbiamo digitare la sua url, seguita da administrator. es se il nostro sito risponde alla url http://www.miosito.it/ dobbiamo scrivere http://www.miosito.it/administrator. Caricata la pagina, ci troveremo davanti la maschera di login di amministrazione. Inserendo la nostra user e password, accederemo al pannello di conntrollo del nostro sito, e da qui per creare un nuovo articolo abbiamo due strade: Cliccare sull’icona Nuovo Articolo presente sul pannello. Andare nel menu Contenuti, selezionare la voce Gestione articoli, dalla quale si aprirà Nuovo Articolo su cui dobbiamo cliccare. Si aprirà la maschera di inserimento del nuovo articolo, nella quale ci sono gli stessi comandi/opzioni presenti nel front-end più una serie ulteriore, nella quale troviamo una barra dei pulsanti, e due colonne, la prima con i contenuti dell’articolo e in quella più a destra una serie di opzioni raggruppate. Partiamo parlando dei pulsanti:   Salva Ci permette di salvare il nostro articolo, rimanendo nella pagina di inserimento.   Salva e Chiudi Ci permette di salvare il nostro articolo, ma ci porta nella pagina contenente l’elenco degli articoli inseriti nel nostro sito.   Salva e Nuovo Ci permette di salvare il nostro articolo, e ci rimanda alla pagina per l’inserimento di un nuovo articolo.   Chiudi Chiude la pagina senza salvare le modifiche fatte all’articolo. Abbiamo poi la colonna di sinistra, contenente i campi per l’inserimento, che sono gli stessi presenti nel front-end. Introduciamo invece la colonna di destra dove è presente una miriade di opzioni. Non tutte necessarie per l’inserimento di un articolo, ma è bene conoscere per sommi capi quali configurazioni possiamo trovare. Opzioni Pubblicazione In questi settaggi possiamo indicare il vero autore, se diverso da chi lo sta inserendo, le date di inizio/fine pubblicazione e altri parametri inerenti alla pubblicazione dell’articolo. Opzioni Visualizzazione Da qui possiamo comandare la visualizzazione da parte dell’utente di moltissime informazioni, ad esempio se vogliamo o meno che compaia il nome dell’autore o la data di pubblicazione ecc. Per ogni settaggio abbiamo tre opzioni: Usa globali La visualizzazione o meno dipende da un settaggio fuori da questa maschera, ad esempio ereditato dalle opzioni gestione articoli Si Visualizza l’informazione No Nascondi l’informazione Configurazione schermata di modifica Permette la visualizzazione di certe opzioni in fase di modifica dell’articolo Immagini e Link Immagini e link a corollario dell’articolo Opzioni Metadata Questi settaggi ci possono interessare più degli altri, perché contengono la meta description ovvero quello che verrà visualizzato nel metatag descripiont, la logica è la medesima del front-end, e il campo Robots, che ci permette di dire ai motori di ricerca come gestire l’articolo, se indicizzarlo e/o se seguire i link presenti nella pagina dove  l’articolo viene visualizzato.    

Leggi tutto:
prova nuova

dsfsfsdfsdfsd

Leggi tutto:
SEDE MASSA LUBRENSE - BOOKSOPHIA - PRIMO FESTIVAL DELLA CLASSICITA'

{aridoc engine="iframe" width="1024" height="850"}images/eventi_wall/SEDE MASSA LUBRENSE - BOOKSOPHIA - PRIMO FESTIVAL DELLA CLASSICITA'.pdf{/aridoc} Ulti